Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Tiziano Toracca, Emanuele Zinato - Letteratura e lavoro: Introduzione

A partire dagli anni Novanta il tema del lavoro ha assunto un rilievo notevole nella narrativa italiana contemporanea. Lo dimostrano una serie di concomitanze: la pubblicazione di numerosi testi di vario genere da parte di decine di scrittori di diversa generazione; l’uscita, soprattutto dalla metà degli anni Zero, di una nutrita serie di antologie di racconti e reportage dedicati esplicitamente a questo tema; l’attenzione crescente e sistematica da parte della critica letteraria (a partire soprattutto dalla fine degli anni Dieci); la ricerca di metodologie di analisi e di approcci interdisciplinari destinati a far convergere tra loro scienze umane e scienze sociali; il rinnovato interesse per il dibattito degli anni Sessanta sul rapporto tra letteratura e industria e più in generale per la letteratura industriale;la creazione, nel 2002, di un premio esplicitamente dedicato a opere saggistiche e narrative dedicate al lavoro e l’industria. E un analogo interesse per la rappresentazione del lavoro si riscontra più o meno in questo stesso periodo anche nel cinema e nelle serie televisive.

Su questa vasta e variegata produzione sono possibili almeno due difformi prospettive di indagine: quella sociologica e quella più specificamente critica e letteraria. Le narrazioni sul lavoro aspirano senza dubbio a documentare alcune trasformazioni avvenute negli ultimi decenni.

Documento senza titolo

Scarica l'articolo completo

Articolo completo

Fai clic sull'icona del file a lato per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.

allegoria82

Nei termini di Marx il lavoro chiama in causa nello stesso tempo il regno della necessità e il regno della libertà. Ci sembra che questa ambivalenza possa essere una chiave di lettura dei testi letterari sul lavoro, considerati cioè come formazioni di compromesso rispetto a questa doppia natura del lavoro moderno. Anche quando il lavoro è abbrutimento resta vivo un frammento di senso, e viceversa, anche quando il lavoro realizza l’individuo resta vivo un frammento di estraneità e di asservimento. 

 

Il Tema

Teoria e critica

Il Presente

Tremila battute